L’attività fisica fondamentale per la salute dell’anziano

L’attività fisica fondamentale per la salute dell’anziano

L'attività fisica fondamentale per la salute dell'anziano

Vi è un importante aumento delle malattie croniche nella popolazione mondiale, con un conseguente incremento esponenziale nell’uso e costo di farmaci. Le cause sono molteplici, ma in gran parte modificabili. Tra queste vi è lo stile di vita, il fumo, l’inquinamento ambientale, la dieta, il grado di attività fisica, la predisposizione a malattie come l’osteoporosi nella donna e le malattie cardiache nell’uomo.

L’ attività fisica regolare gioca un ruolo positivo importantissimo sulla salute di molti organi e sistemi del nostro corpo: sistema cardiocircolatorio, sistema nervoso (prevenzione del declino cognitivo), sistema immunitario, salute osteo-articolare e muscolare (prevenzione e controllo della sarcopenia ed osteoporosi), metabolismo (controllo del diabete, riduzione dei depositi adiposi). La sedentarietà, in proposito, è particolarmente dannosa, poiché predispone alle infiammazioni croniche, alla demenza, alla depressione, al diabete di tipo 2, al tumore intestinale e mammario.

 

Diverse variabili, quali le malattie croniche, inadeguati stili di vita, malnutrizione, eventi stressanti (povertà, isolamento sociale, lutto), favoriscono il processo di invecchiamento dell’anziano, con un conseguente stato di fragilità, caratterizzato da sintomi come la perdita di peso, l’affaticamento, la diminuzione della forza muscolare e della velocità del cammino, le cadute, lo stato confusionale e l’incontinenza urinaria. La diminuzione della forza muscolare, in particolare, ha ripercussioni importanti sull’anziano.

 

Alla luce dei risultati di numerosi studi scientifici in merito a queste problematiche, l’OMS raccomanda e sottolinea l’importanza di fare attività fisica quotidianamente per almeno 30 minuti o in alternativa due volte a settimana per 60 minuti, come valido mezzo per prevenire in maniera sostanziale le sindromi geriatriche. Inoltre studi recentissimi hanno dimostrato che l’attività fisica, praticata costantemente, favorisce l’aumento della materia grigia cerebrale, deputata a controllare gli aspetti cognitivi dell’uomo, nonché l’aumento e il rafforzamento della massa muscolare.

 

Madre Teresa di Calcutta manteneva fede a questo principio: “Quando a causa degli anni non potrai più correre, cammina veloce ……..quando non potrai più camminare veloce, cammina…….quando non potrai più camminare, usa il bastone…….però non trattenerti mai”.

Lascia un commento